Il Marketing e la Strategia

marketing e strategia
Quando si parla di marketing si fa riferimento all’insieme di tecniche di commercializzazione che permettono ad un’impresa, ad un negoziante, ad un libero professionista di commercializzare i propri prodotti e/o servizi.
È possibile leggere alcune definizioni di marketing nell’articolo “72 Marketing Definitions”.

Tutti gli imprenditori, i commercianti e i liberi professionisti hanno preso e continuano a prendere decisioni di marketing.

Sono esempi di scelte di marketing:

  • la decisione di commercializzare determinati prodotti e servizi,
  • la fissazione del prezzo di vendita,
  • la localizzazione dell’impresa o negozio
  • le tecniche di comunicazione adottate.

Se è vero che gli imprenditori attuano azioni di marketing, è altrettanto vero che spesso quest’ultime non fanno parte di una strategia di marketing organica.

Avere una strategia di marketing permette di avere chiaro in mente la direzione verso la quale ci si sta orientando e di pianificare una serie di azioni che ci permetteranno di raggiungere gli obiettivi fissati.

Una tecnica che gli imprenditori possono utilizzare, per definire un obiettivo strategico di lungo periodo, è quella di rispondere alla domanda:

Dove vogliamo che la nostra impresa si trovi tra 5 anni?

Rispondere a questa domanda ci permette di fissare i nostri obiettivi di lungo periodo. Partendo dagli obiettivi di lungo periodo vanno definiti gli obiettivi intermedi, di solito, a cadenza annuale.
Per raggiungere questi obiettivi intermedi definiremo un piano di azione di marketing misurabile. È importante fissare azioni misurabili in quanto queste ci serviranno per decidere se abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati.

la-strategia-è-come-una-lunga-maratona“Posso decidere di voler correre una maratona tra un anno (obiettivo di lungo periodo) per cui inizio ad allenarmi ed a seguire un’alimentazione corretta .
Per i primi 3 mesi voglio correre per 10 Km, nei successivi 3 mesi correre per 20Km e cosi via fino a coprire, nell’ultimo trimestre, la distanza di 42,195km prevista per una maratona (obiettivi intermedi).
Mi alleno 3 volte a settimana cronometrando le mie prestazioni e cerco di migliorare i miei tempi ad ogni sessione (azioni misurabili)”.
È buona norma, tuttavia, definire degli obiettivi sì ambiziosi, ma comunque raggiungibili.

“Se sono un dilettante e ho iniziato ad allenarmi da un anno risulterà irrealistico porsi come obiettivo quello di vincere una maratona in cui partecipano degli atleti professionisti”.

Comunicare la strategia di lungo periodo, gli obiettivi intermedi e le azioni che si intendono realizzare a chi collabora con noi ci aiuterà a raggiungere tali obiettivi e farà sentire i nostri collaboratori coinvolti nel raggiungimento dei risultati previsti.

“Ritornando all’esempio della maratona, condividere il mio obbiettivo con il mio amici e parenti mi permetterà di avere il sostegno di cui avrò bisogno per raggiungere il risultato sperato”.

Conclusione

Che tu sia un piccolo imprenditore, un negoziante o un libero professionista è buona norma:

  • fissare una strategia di lungo periodo (di solito 5 anni);
  • fissare delle tappe intermedie (di solito un anno);
  • definire un piano di azioni misurabili.

L’ambiente in cui l’impresa opera è in costante mutazione per cui è necessario essere reattivi.
Tuttavia essere pro-attivi, cercando di anticipare i cambiamenti in corso e pianificare come utilizzare tali mutazioni a proprio vantaggio, risulterà essere un atteggiamento più efficace nel lungo periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *